JULIAN OF NORWICH, HER SHOWING OF LOVE AND ITS CONTEXTS ©1997-2017 JULIA BOLTON HOLLOWAY  || JULIAN OF NORWICH  || SHOWING OF LOVE || HER TEXTS || HER SELF || ABOUT HER TEXTS || BEFORE JULIAN || HER CONTEMPORARIES || AFTER JULIAN || JULIAN IN OUR TIME ||  ST BIRGITTA OF SWEDEN  ||  BIBLE AND WOMEN || EQUALLY IN GOD'S IMAGE  || MIRROR OF SAINTS || BENEDICTINISM|| THE CLOISTER || ITS SCRIPTORIUM  || AMHERST MANUSCRIPT || PRAYER|| CATALOGUE AND PORTFOLIO (HANDCRAFTS, BOOKS ) || BOOK REVIEWS || BIBLIOGRAPHY ||


BRIGIDA DI SVEZIA

RIVELAZIONI IN SIENA

Florence, Paradiso, Brigittine Monastery



Just as we have Catherine of Siena's Dialogo in England and in English, with the title of Orcherd of Syon, so do we have Birgitta of Sweden's Revelationes in Sienese Italian, translated so for Catherine of Siena's cenacolo by her secretary Cristofano di Gano, following her death. For all these mystics are linked one to the other across Europe.


Prolagus
 
 
Questo e ilibro di ma
donna sancti brigida del re
gno di svezia chi e princi
pessa. ebbe marito e figlii
li. e rimase vedova e vene
aroma e ando alsepolcro
e poi torno e passo di questa
vita in roma nel M.ccc.
lxxij. adi. xxiij. di luglio
poi fu canoniçata in roma
per papa bonifatio nono
ad. vij. doctobre.nel. M.
ccclxxxxj. Allaquale dio
fece in privie tempio e in prive luo
ghi mirabili revelationi
e profetiço parla i dio. e
dice nel iiij libro captilo
xxij. che molti che alora
. . .  colo
ro ochi. ccio si comprenda in
priue luoghi. E annuntia
dio almondo grandissime
. . . e diminutioni di
regni e di populi. e nella
chiesa di dio grande roui
na e per seghuitamento. sic
nel cherico che ne regne si
per diuersi peccata. spetialmen
te per la superbia e per lauaritia,
et per la lussuria. Et annun
tia sopra quelli che non si
uorrano amendare gran
de giustita. e segni mira
bili. e la cristianita uenire
a grande dimunatione. e
convertirannosi li pagani
e . . . ueri fedeli cristia
ni. intanto che incomperatione
di spirito i cristiani seran
no quasi serui sicome si
mostra nel .vj. libro capi
tolo. lxxxiij. e in piue altri
luoghi. ¶ Ancora narra
come dio mandata uno pa
pa santissimo. al quale dio
asimiglia ase e asuoi a
mici. Sicome si mostra nel
.vj. libro. capitolo. lxxiiij. e
in piue altri luoghi si uede
che dio lorcupira di graçia
quanto sera di bisogno. e 
come si comprende i piue luo
ghi costri sera distruggi
tore delle male usançe e
ordinatore delle cose buo
ne. di strugitore e per seguit
tatore de superbi e uegliaua
ri prelati. ed ogni simonia
e malitia e superfluita, ego
la. non curandosi di panni gen
tili. non di cibi. percio che di
bi uili sera sua vita. non
vorra cauagli, percio che hu
,ilemente andara a pici.
Predicira perse medesimo
sera pieno di benignita a
di misericordia in coloro che
si vorrino amendare. niu
na cosa disiderra senone
la salute delanime. e gran
di giudicij mandara dio
 
chiaramente lo sera credu
to. e percio manifestansi per la
mico suo. En elibro septi
mo nelultimo capitolo
narra e dice che verra gente
che questa scriptura rice
ueranno come lacte e me-
le. e colopere la dinpiranno.
E nel secondo libro capi
tolo. xix. narra come dio
farra segni. a quali sera in
possibile arisistene. quan
do apparra la giustitia. e 
in percio lauergine maria in 
segna chellisi fuga alla
uera humilita colla di
uina carita. ¶ Questo
che detto e  . . . ma a buo
ni intenditori e assai. percio
che la sauiva persona in poche
parole comprende assai. e le 
giendo e rugumando innen
. . . questa scriptura nel
suo senso. che liparra che
perungna quasi nullo la
potrebbe spriemne, e di disi
verosa a buoni. e che ama
nmo piue le cose spirituali
che le temporali. e de credibile
a coloro che anno buona 
volonta. Ma agli amato
ri del mondo pare incredi
bile. percio che non vorebbo
no queste cose uenisso
no. Unde dice nel primo
libro capitolo .lv. Eccho
dice dio se alle benigne
parole non uoglono cre
dere. credarino allopere
quando veranno. ¶ Due
sono grandi stoltitie. La pri
ma sie il certo mettere in
dubio. e quello che dubio 
tenere cierto. Unde dice
seneca. Le cose dubiose non
di simie. ma tiene la senten
tia sospesa. Sancto pauolo di
ce. la carita ogni cosa cr
de. Sopra la quale parola
dicono i sancti. Quello fi debbe
credare. che regionevole
mernte e a salute. Donque
questa scriptura si debbe
credare percio che non ci mostra
se none cautela di salute.
E fue fatto i facta a chi a
reçça di questa scriptura.
Era uno indimoniato. e dis
se santa brigida al suo confes
sore. comanda da parte di
dio che come  e uero che
questa scriptura e da dio.
cosi i . . . si parta da 
questa creatura. e cosi fue 
facto. Chi leggera i libro
de suoi miracoli. vi narra
come piue mnorti risuscito
ciechi alumino. ¶ Que
sta scriptura e diuisa in
septe libri. e poi uelatano
il quale tracta di papa. impe
ratori e Re. baroni e chan 
a coloro che li contradicerino 
e per seghuitanino. e secondo
che si mostra nel .ij. libro
capitolo.xvij.poi che dio
venne in carne. tale muta
tione non fu. E secondo c he
si mostra nel primo libro
capitolo. xvij. sera mo
to chiara le fede. E secondo
si mostra nel .ij. libro. capitolo
xx. rimana il cerico. e si
gnori. e popoli. gente fede
le e santa. E secondo che
si mostra nel primo libro
capitolo .xlv. dio sara u
na misericordia al mondo
cioe uno mirabile racon
ciamento. E secondo che si
mostra nel primo libro ca
pitolo. xxxviij. questa scri
tura . . . lasca fede di
nuovo. Cio si de intendere che
quello secondo papa seghuita 
in e mettera inançi questa
scriptura. inpercio che per essa si
vewde quello che nolo da di
dio i douere racionciare le co
se guaste. E secondo che
simostra nel primo libro
capitolo.vj. questa scrip
tura sive per queli chella san
no dire e col opere seguita
re e non temere chi e loro per
seguita. e questo dice in 
molti capitoli e libri. che
non solamente si dicano aco 
loro che lanegliono udire.
ma cui dio a coloro chella
contradicono e rifugono
dudure. E dice nel secondo
libro capitolo.ciiij. che a coloro
i quali contradicono a questa
scriptura si rispuonda e dica
Nelloro di questa scriptura 
non sono senone quali tre 
parole. Insegnano di teme
re rectamente. Secondo ama
re dio 


In Progress

 
JULIAN OF NORWICH, HER SHOWING OF LOVE AND ITS CONTEXTS ©
1997-2017 JULIA BOLTON HOLLOWAY  || JULIAN OF NORWICH  || SHOWING OF LOVE || HER TEXTS || HER SELF || ABOUT HER TEXTS || BEFORE JULIAN || HER CONTEMPORARIES || AFTER JULIAN || JULIAN IN OUR TIME ||  ST BIRGITTA OF SWEDEN  ||  BIBLE AND WOMEN || EQUALLY IN GOD'S IMAGE  || MIRROR OF SAINTS || BENEDICTINISM|| THE CLOISTER || ITS SCRIPTORIUM  || AMHERST MANUSCRIPT || PRAYER|| CATALOGUE AND PORTFOLIO (HANDCRAFTS, BOOKS ) || BOOK REVIEWS || BIBLIOGRAPHY ||