JULIAN OF NORWICH, HER SHOWING OF LOVE AND ITS CONTEXTS ©1997-2015 JULIA BOLTON HOLLOWAY  || JULIAN OF NORWICH  || SHOWING OF LOVE || HER TEXTS || HER SELF || ABOUT HER TEXTS || BEFORE JULIAN || HER CONTEMPORARIES || AFTER JULIAN || JULIAN IN OUR TIME ||  ST BIRGITTA OF SWEDEN  ||  BIBLE AND WOMEN || EQUALLY IN GOD'S IMAGE  || MIRROR OF SAINTS || BENEDICTINISM || THE CLOISTER || ITS SCRIPTORIUM  || AMHERST MANUSCRIPT || PRAYER || CATALOGUE AND PORTFOLIO (HANDCRAFTS, BOOKS ) || BOOK REVIEWS || BIBLIOGRAPHY ||
 
 

SANTA FRANCESCA ROMANA

E LA TOR DE' SPECCHI

AND THE TOR DE' SPECCHI

THE TOWER OF MIRRORS

ome santa Umilta e santa Brigida santa Francesca Romana (1384-1440), fu sposa e madre, e nondimeno fondatrice di un Ordine.

ike Saints Umiltà and Birgitta, Santa Francesca Romana, St Francesca of Rome (1384-1440), had been married, with children, and yet founded an Order.

Proprio l’altro giorno (ora anni fa), alle otto del mattino ho suonato al Monastero di Tor de’ Specchi dall’altro lato della strada di fronte all’Ara Coeli spiegando che avrei voluto scrivere sul Web su santa Francesca Romana utilizzando gli affreschi della Cappella del Monastero che raccontano episodi della vita e dei miracoli della santa. Mi dicono di ritornare all’una per vedere la Madre.

Just the other day (now years ago), at eight o'clock in the morning, I rang the doorbell of the Tor de' Specchi, across the road from the Ara Coeli, explaining I wanted to write on the Internet about Santa Francesca Romana, using the frescoes showing her life and miracles that are in the convent's chapel. I was told to come back at one o'clock to see the Mother.

Dopo un colloquio con lei, mi viene fatto visitare il Monastero, iniziando dalla cella di santa Francesca. Sinistri affreschi di santa Francesca tentata dai demoni e tormentata come i Padri del Deserto mi vengono incontro. Nella cella la reliquia del suo bianco velo mi commuove profondamente, come nel Monastero brigidino di Altomünster profondamente mi commosse tenere tra le mani la scodella di legno di betulla di santa Brigida con le lettere in cirillico intorno all’orlo, ed il suo bordone. Poi vedo la Cappella, dove gli affreschi sulle pareti non solo raccontano storie della vita e dei miracoli di santa Francesca, ma anche dipingono le sue visioni dell’Inferno e del Paradiso. La Divina Commedia di una donna. Gli affreschi, in un certo senso specchio delle Oblate in preghiera nella medesima Cappella, serbano la freschezza del miracoloso ‘carisma della carità’ della loro Madre Fondatrice - che affonda le radici in un tempo molto lontano lungo cinque secoli e mezzo - forse meglio di qualunque libro. 

First the Mother and I spoke together, then I was shown the convent, beginning with St Francesca's own cell, approached by a series of grim frescoes, of St Francesca tempted by fiends, enduring all the torments of the Desert Fathers. Then in her cell seeing the relic of her thin white veil. Being as deeply moved by it as by holding St Birgitta's birchwood drinking bowl with Cyrillic lettering around its rim, and her pilgrim staff, at Altomunster's Brigittine Priory. Next the chapel. These are frescoed not only with stories of St Francesca's life and miracles, but also her visions, of hell and of heaven, a woman's Divine Comedy. In a sense these frescoes mirroring the Oblates praying in the Chapel retain the freshness of their Mother Foundress' miraculous charism of charity down five and a half centuries of time, perhaps better than would any book.

Per mia grande gioia mi ritrovo a camminare tra questi affreschi dipinti sulle pareti ed intorno a me anche nella stessa realtà. Nel loro grandissimo monastero medievale/rinascimentale, rimasto nel tempo immutato, immacolato, e bellissimo, le oblate di santa Francesca a Tor de’ Specchi vestono ancora l’abito nero portando il velo bianco sul capo. Quegli affreschi, come le vetrate colorate intorno alla tomba di san Tommaso Becket a Canterbury, come il polittico di Lorenzetti di santa Umilta - in origine posto sulla sua tomba – narrano le storie della Vita, dei Miracoli e delle Visioni della santa incentrate sull’amore di Dio e del prossimo.  

To my joy I found myself walking into these frescoes, both on the walls and around me in reality, for Francesca's Oblates still dress at Tor de' Specchi in black habits and white veils, and their large, medieval/Renaissance convent is unchanged, spotless and utterly beautiful. The frescoes, like the Canterbury stained glass about St Thomas Becket's tomb and Lorenzetti's polyptych of St Umiltà, formerly above her tomb, unfold the story of the saint's Life, Miracles and Visions, centred upon the love of God and neighbour.


Nel Natale del 1432, Francesca che in estasi si ritrova in una visione alla Messa celebrata da san Pietro alla presenza della Madonna è accolta come oblata. Santa Brigida esprime la funzione di centralità della Madonna in mezzo ai Discepoli a Pentecoste, Francesca nelle sue visioni, incorona la Madonna con le fiamme del Santo Spirito, e qui la circonda con il Serafino fiammeggiante. 

On Christmas Day, 1432, Francesca in ecstasy was in vision at a Mass celebrated by St Peter in the presence of the Madonna, and was received by him as an Oblate. St Birgitta describes the Madonna's centrality amidst the Disciples at Pentecost, Francesca, in her visions, crowns her with the Holy Spirit's flames and here surrounds her with flaming Seraphim.


Tra i suoi molti miracoli di guarigione la vediamo ridare la parola ad una giovane muta di nome Camilla Clarelli toccandole la lingua con un dito. La vediamo tra i suoi altri miracoli risanare i feriti coinvolti nelle incessanti contese che dilaniano Roma, risanare bambini paralitici o resuscitare bambini morti nel sonno. Miracolo quest’ultimo che replica il miracolo di santa Umilta.  

Amongst her many miracles of healing she gave speech to a deaf-mute girl, named Camilla Clarelli, by touching her tongue with her finger. Amongst her other miracles she healed men wounded in the constant skirmishes about Rome, healed children who were paralysed or raised from the dead children who had died in their sleep. This last miracle replicates that by St Umiltà.


Durante una grave carestia nel 1402 Francesca distribuisce tutto il suo grano ai poveri (la si vede vagliare l’ultimo rimasto come cade dalla cesta appoggiata al suo abito nero), per poi miracolosamente ritrovarne il granaio ricolmo della migliore qualità. Un miracolo simile accade con una botte di vino che prima vuota si riempie allorquando il vino spillato è distribuito ai poveri di Roma. Ancora oggi il Monastero di Tor de’ Specchi conserva la mangiatoia ricavata da un sarcofago pagano dalla quale Francesca soleva prendere la legna da ardere per darla ai poveri. Analoghi miracoli sono riportati ad opera di santa Zita e santa Umilta.  

During a serious famine in 1402, Francesca gave all her grain to the poor (see the last of it spill from her basket against her dark habit), then found it all miraculously restored and of the highest quality. A similar miracle happened with a barrel of wine that became empty, then full, when being distributed to the Roman poor. The convent of Tor de' Specchi still has the manger, made from a pagan sarcophagus, from which Francesca would give firewood to the poor. Similar miracles were reported of Santa Zita and Sant'Umiltà.


Il 1° marzo 1433, in una visione la Madre di Dio prende Francesca sotto il suo manto d’oro e accoglie le sue figlie in Cristo come Oblate di Maria. Una visione analoga è anche di Brigida di Svezia. L’angelo sotto il cui sguardo si dispiega la scena è l’angelo lei donato dal figlio Evangelista morto.

1 March 1433, Francesca in a vision is taken by the Mother of God under her cloth-of-gold mantle and her daughters in Christ are received as Oblates of Mary. Birgitta of Sweden has a similar vision. The angel who witnesses the scene is that given her by her dead son Evangelista.

 Molte volte in estasi Francesca riceve il Bambino Gesù dalle mani della Vergine. La medesima grande adorazione per il Bambino Gesù è di santa Umilta.

Several time in ecstasy Francesca received the Holy Child from the Virgin. Sant'Umiltà similarly worshipped the Holy Child.


Il 28 giugno del 1438 di ritorno dalla Basilica di San Paolo si reca alla sua vigna e qui caduta in estasi ed inginocchiatasi nelle acque di un ruscello, le oblate al suo rialzarsi notano che le vesti sono perfettamente asciutte. Un miracolo del tutto simile è detto di santa Umilta.

28 June 1438 returning from St Paul's Basilica and visiting her vineyard she was caught up in ecstasy and knelt in a stream. But when she got up the Oblates noticed her clothes were perfectly dry. A similar miracle is told of Sant' Umiltà.


Durante un’estasi il Divino Redentore prende Francesca per la mano destra. L‘affresco, con Maria seduta accanto a Cristo, richiama le miniature delle visioni di santa Brigida. Le visioni delle sacre conversazioni con Maria e Cristo nei Cieli nelle sue Revelationes.

During an ectasy the Divine Redeemer takes Francesca by the right hand. This fresco, with Mary seated beside Christ, recalls illuminations to St Birgitta 's visions of sacred conversations with Mary and Christ in Heaven, given in her Revelationes.


Mentre medita un angelo le porta il figlio Evangelista, morto nella peste del 1411. Da quel momento l’angelo rimane con Francesca e la sua visione non l’abbandonerà mai. Negli affreschi questo angelo accompagna Francesca tormentata dai demoni. Due sono, invece, gli angeli che accompagnano santa Umilta.

While in meditation an angel brings Francesca's dead son, Evanglista, to her. Evanglista had died in the plague of 1411. Thereafter the angel stayed with Francesca as her visible companion. This angel accompanies Francesca in the frescoes of her torments by devils. Sant'Umiltà has two angels who accompany her.


Nel ricevere l’Eucarestia molte volte un globo luminoso appare sopra di lei.
Many times when Francesca was recieving Communion a shining orb appeared above her.


Un giorno non vi era abbastanza pane per la Comunità, il Refettorio scarseggiava e mancava di tutto. Francesca raccolte le briciole le benedisse ed il pane bastò per sfamare le quindici persone rimaste e per riempire la stessa cesta. Questo miracolo, nuovamente replica i miracoli di santa Zita di Lucca, di santa Umilta di Firenze, e soprattutto i miracoli di Cristo, richiamando alla memoria il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci e l’Ultima Cena. 

One day there was not enough bread for the Community and their Refectory was in great disrepair and poverty. Francesca took up the scraps, blessed them, and there were plenty to feed the fifteen who had remained as well as the bread basket being full. Again, this miracle replicates those of Santa Zita of Lucca and Sant' Umiltà of Florence, and above all of Christ, recalling the Miracle of the Loaves and Fishes and the Last Supper.


In gennaio la Beata Francesca nella vigna con le sue consorelle per la potatura della vite quando esse ebbero sete miracolosamente fa spuntare nove grappoli d’uva perché tutte potessero dissetarsi.  

When the Blessed Francesca was in the vineyard in January pruning the vines with her daughters in religion they became very thirsty and the saint miraculously made a vine bear nine bunches of graper for  them.


Francesca muore dopo la recita dei Vespri il 9 marzo 1440 in casa del figlio sopravvissuto circondata dalle sue Oblate. I Romani tanto amano la santa che le sue spoglie sono subito traslate nella Chiesa olivetana di Santa Maria Nova al Foro Romano per essere qui sepolta con i più grandi onori. 

She died in her surviving son's home, surrounded by her Oblates, having said Vespers, 9 March 1440. The townspeople of Rome so loved her the body was quickly taken to the Olivetan church of Santa Maria Nuova in the Forum and entombed with the greatest honour.


La grossa testa dell’Abate olivetano già appare nell’affresco nella scena in cui ella e le consorelle davanti a lui fanno la loro Oblazione: 

The large head of the Olivetan Abbot was already seen where she and her sisters made their Oblation to him:


La Tor de’ Specchi di santa Francesca, è un monastero di stretta clausura, aperto al pubblico solo due giorni all’anno. ‘Non siamo un museo’ dicono giustamente con salda fermezza. Ma l’opera di carità delle oblate continua ancora oggi, e nel monastero oltre a loro vivono anziani e giovani studenti poveri, con i quali esse condividono la loro agiatezza. Come Oblate non chiedono alcun privilegio dalla Chiesa e pagano tutte le tasse. Sempre amate per questo nel corso dei secoli, sono l’unico monastero non soggetto ad attacchi rabbiosi da parte del popolo. Continuano la Regola di Benedetto, di lavoro, studio e soprattutto preghiera. E la bellezza contemplativa che traspare dai loro volti è la medesima bellezza che vediamo nei volti di questi affreschi.      

Santa Francesca Romana's Tor de' Specchi is very strictly cloistered, only opened to the public on two days of the year. 'We are not a museum', they sternly and rightly said. But their work of charity continues, their cloister filled not only with themselves but the elderly poor and poor young students with whom they share their wealth. As Oblates they ask for no privileges from the Church, they pay all taxes, and hence are loved down the centuries, theirs the only convent not subject to attack by angry mobs. They continue Benedict's Rule of work, study, and above all, prayer. Their faces today have the same contemplative beauty that is seen in these frescoes.
 
 

SEE ALSO TRAUMA AND HEALING: SANTA FRANCESCA ROMANA


JULIAN OF NORWICH, HER SHOWING OF LOVE AND ITS CONTEXTS ©1997-2015 JULIA BOLTON HOLLOWAY  || JULIAN OF NORWICH  || SHOWING OF LOVE || HER TEXTS || HER SELF || ABOUT HER TEXTS || BEFORE JULIAN || HER CONTEMPORARIES || AFTER JULIAN || JULIAN IN OUR TIME ||  ST BIRGITTA OF SWEDEN  ||  BIBLE AND WOMEN || EQUALLY IN GOD'S IMAGE  || MIRROR OF SAINTS || BENEDICTINISM || THE CLOISTER || ITS SCRIPTORIUM  || AMHERST MANUSCRIPT || PRAYER || CATALOGUE AND PORTFOLIO (HANDCRAFTS, BOOKS ) || BOOK REVIEWS || BIBLIOGRAPHY ||